Climbing Areas
METEO
SC STAFF
SardiniaPoint
Case vacanze
 
    Foto del corso

Si è appena conclusa la prima fase del progetto “Attività in Ambiente Naturale” che Nuovi Equilibri ha tenuto presso il Liceo Scientifico “Alberti” di Cagliari, le fasi successive si terranno l’anno scolastico venturo presso la stessa sede.



Progetto “Attività in ambiente naturale”

Anno scolastico 2001-2002


Il nostro istituto raccoglie un’utenza dislocata residenzialmente per una alta percentuale nell’hinterland cagliaritano. Da una generale indagine conoscitiva emerge una realtà carente, tranne specifici contesti, in merito alla capacità di offrire opportunità di integrazione e formazione giovanile attraverso iniziative orientate alla promozione di attività condotte in ambiente naturale e volte alla conoscenza del territorio, allo sviluppo di una coscienza ambientalista, alla capacità di valorizzare le ricchezze naturalistico-paesaggistiche quali possibili cardini di crescita sociale ed occupazionale.

Obiettivi, contenuti, metodologia

Sarà quindi avviato un progetto che in via sperimentale coinvolga, in questa prima fase, tutte le classi dell’Istituto per gruppi di interesse e che si indirizzi verso questi principali obiettivi:

  1. la pratica di una serie di attività svolte in ambiente naturale quali l’orienteering, l’arrampicata sportiva

  2. la conoscenza del territorio attraverso la geografia, la cartografia, la topografia, l’escursionismo

  3. la conoscenza degli aspetti fisici, biologici, climatici, che regolano le dinamiche ambientali terrestri e marine

  4. l’acquisizione di una coscienza ambientalista

  5. l’acquisizione di una coscienza igienico-salutista

La pratica di queste attività in ambiente naturale offre molteplici vantaggi dal punto di vista strettamente motorio coinvolgendo i ragazzi in esperienze fortemente motivanti, creando rapporti relazionali incentrati sulla collaborazione, sulla organizzazione e pianificazione degli intenti per raggiungere un risultato, sulla solidarietà nel condividere una difficoltà comune. L’elemento escursionistico proprio di queste attività consente di conoscere aspetti del territorio altrimenti difficilmente apprezzabili in merito alla bellezza degli elementi naturali, al loro stato di conservazione, agli interventi dell’uomo su di essi e alle eventuali azioni di tutela.

Il supporto tecnico-logistico presuppone lo studio di elementi geografici, la capacità di elaborare e leggere carte avvalendosi anche di tecnologie informatiche.

Lo studio dei principi che regolano i diversi ecosistemi. Esso si articola:

  • nella conoscenza specifica dei meccanismi biologici, fisici, chimici e delle loro interrelazioni

  • nella valutazione delle conseguenze di una alterazione del loro equilibrio

  • nell’analisi dell’intervento dell’uomo sull’ambiente e nell’individuazione dei relativi criteri di compatibilità connessi all’intervento stesso in relazione al principio di preservazione

  • nell’analisi delle conseguenze legate ai cosiddetti “disastri ambientali”

Tempi di attuazione

  1. fase: costituita da 30 ore complessive

La prima fase comprende la formazione dei docenti interessati al progetto per ciò che attiene alle discipline sportive dell’orienteering e dell’arrampicata. Il corso di formazione condotto da figure professionali di accertata preparazione fornirà quelle competenze necessarie in futuro ad una gestione autonoma dei settori specifici.

  1. fase: costituita da 42 ore complessive di lezioni teorico-pratiche con cadenza settimanale di 2 ore

Inizialmente dovranno essere forniti agli studenti coinvolti nel progetto gli elementi di carattere tecnico relativi alle discipline dell’orienteering e dell’arrampicata attraverso lezioni teoriche e pratiche (indoor) che pongano i ragazzi in condizioni di poter affrontare con una certa agevolezza gli aspetti pratici propri alle due attività.

  1. fase: costituita da 6 giornate di escursione

In questa fase i ragazzi potranno sperimentare praticamente in ambiente naturale le competenze acquisite traducendole nel “saper fare” attraverso escursioni guidate, organizzazione di percorsi preventivamente elaborati mediante l’analisi e lo studio di riferimenti cartografici. Questo momento rappresenta il fulcro dell’intero progetto poiché gli aspetti pratici ed escursionistici sono in grado di suscitare, per le caratteristiche connesse ad un coinvolgimento diretto dei ragazzi, forti spinte motivazionali. L’apprendimento su reali e concrete dinamiche operative in un contesto fortemente stimolante qual è l’ambiente naturale è la condizione per l’acquisizione di quella coscienza tanto auspicata.

  1. Fase: costituita da 40 ore

In questa fase, mediante lezioni teoriche condotte dai docenti coinvolti nel progetto che potranno talvolta avvalersi della collaborazione di un esperto in tematiche specifiche, verranno affrontati tutti quegli aspetti connessi all’ambiente e alla sua tutela e quegli elementi che sono alla base del benessere psico-fisico, facendo continuo riferimento all’esperienza diretta maturata all’aperto. Verranno successivamente costituiti gruppi di studio che elaboreranno materiale informativo con l’utilizzo delle moderne tecnologie informatiche . Questo lavoro rappresenterà oggetto di verifica degli obiettivi intermedi e finali raggiunti nonché materiale divulgativo.




Progetto ammesso al finanziamento nell’ambito del piano d’intervento contro l’abbandono e la dispersione scolastica della Provincia di Cagliari ex art. 23 L.R. n° 37/98