Climbing Areas
METEO
SC STAFF
SardiniaPoint
Case vacanze

 

Ruota del tempo, il muro perfetto...

<<<Torna alla Home Page

 

 

Ecco qui di seguito un aggiornamento del lato destro della Ruota del Tempo, frequentatissima falesia di Domusnovas, tanto odiata e amata dai climber. Si tratta di un muro assai selettivo di una cinquantina di metri che ospita alcune delle vie più belle e difficili della regione. Alcune di queste hanno carattere storico, come "Aladino" e "Andy" ad esempio, altre sono più recenti. Nella primavera 2006, infine, sono state rivisitate le vie all'estrema destra, fino ad oggi un po' dimenticate.
Tutte le vie necessitano di buona tecnica, forza di dita e continuità. Si può dire pertanto che contengano tutti gli ingredienti della scalata classica della Ruota del Tempo, anche se differiscono notevolmente dal settore centrale e sinistro della falesia. Si può dire inoltre che risentano meno dell'umidità, che spesso rende fastidiosa la scalata nel resto nella falesia.

 

Nota: le variazioni di grado rispetto alle precedenti valutazioni conosciute sono state effettuate in ragione dei cambiamenti di tracciato e/o del parere dei ripetitori. Tali valutazioni non sono definitive ma perfettibili.


Maurizio Oviglia




nome

grado

m

chiodatore

prima libera

prima on sight

1

IL PICCOLO PRINCIPE***

7a

15

M. Oviglia 6/91

M. Oviglia 10/91

1a rip: E. Lecis

non conosciuta

Bella via di canne, atletica ma con un buon riposo a metà che spezza la continuità. Originariamente la sosta era nel centro dello strapiombo, tre metri oltre l'attuale, ed il grado era 7b+. Successivi rimaneggiamenti, come l'apertura del Principe plus, hanno portato questa via a due versioni, la breve (detta "Il piccolo principe") e la lunga (alias "Il principe Plus") anche se è ancora in uso una terza versione, anche se illogica, che si ferma alla sosta di Obelix

2

IL PRINCIPE PLUS***

8a+

20

M. Oviglia 10/93

M. Oviglia 10/93

1a rip. M. Nardi

non conosciuta

grande via, completa e difficile, con un difficile bloccaggio su monodito sovente bagnato. Alcuni passaggi morfologici sino a uscire dallo strapiombo, poi finale su un muro verticale a piccole prese

3

SHREK***

8a+

25

M. Oviglia 9/02

M. Oviglia 1/03

1a rip. S. McClure

Steve Mc. Clure 2003

Dalla fine del Piccolo Principe esce dallo strapiombo con una sezione molto intensa ed agganci di tallone aleatori, quindi una lunga placca di 7a+ sino in catena. Meno continua del Principe Plus (un ottimo riposo dopo lo strapiombo), presenta tuttavia una sezione ancora più intensa. La via fu gradata 8a, poi fatta a vista da Mc Clure e gradata 8a/8a+. Le successive ripetizioni hanno portato il grado a 8a+.

4

L'ASSO PIGLIATUTTO**

8a

25

M. Oviglia 5/93

S. Carcangiu 11/94

1a rip. F. Pala

non conosciuta

Una sezione relativamente facile a buoni buchi e con grandi riposi, porta al tratto chiave, strapiombante e intenso, caratterizzato da un lungo lancio e da un ultimo tratto di muro su tacchette.

5

ASSO DI CUORI***

8b

35

M. Oviglia 10/89

T. Breitender 6/06

non conosciuta

Dopo l'Asso pigliatutto si prosegue sulla placca soprastante, denominata "K", che con difficoltà intorno al 7b+ tecnico ed aleatorio porta alla fine del muro.

6

ANDY***

7b/c

20

M. Oviglia 10/89

Visitors 1990

1a rip. Oviglia

non conosciuta

Via molto ripetuta, caratterizzata da un facile inizio su buoni buchi (6b+), da una sezione boulder di dita, quindi da una bella continuità. Nonostante i passaggi ostici, ha conosciuto un buon successo negli ultimi anni.

7

ANDYKAPP***

8a

35

M. Oviglia 10/89

M. Oviglia 12/95

non conosciuta

La placca soprastante di K inizia dalla sosta di Andy con un difficile traverso a sinistra, poi si ritorna a destra col traverso chiave di K. Allungare i rinvii nella parte bassa di Andy!

8

MANDRAKE**

7c

25

M. Oviglia 4/91

M. Oviglia 5/91

non conosciuta

Via ostica, con buchi relativamente buoni nella prima parte ma con un singolo di dita che ha respinto tutti i ripetitori per molti anni. La via è stata per ora ripetuta top rope, flash da Matteo Marini e da Giorgio Caddeo nel 2004, ma non si hanno notizie di ripetizioni rotpuntk

9

ALI' BABA'***

8a

30

Liggi/ Oviglia 10/88

M. Oviglia 11/88

1a rip. F. Dessì

non conosciuta

Dal chiave di Aladino ci si sposta a sinistra su un muro verticale con sezione molto intensa di dita. Seppure poco più di una variante alla storica Aladino, Alì Babà rende più completo il tracciato storico aggiungendo purezza e difficoltà alla linea originaria. Rimane un must della scalata su muro.

10

ALADINO***

7c/c+

30

M. Oviglia 4/91-1/06

M. Oviglia 2/06

1a rip. ?

R. Mittersteiner

Via storica, riconosciute come una delle più belle della Sardegna. Si inizia con una serie di canne atletiche ad ampi bloccaggi sino a due buoni buchi, quindi un passaggio molto particolare e tecnico immette nella sezione di placca, in crescendo, difficile ed aleatoria. Una grande linea e una via cult...

11

ZEUS***

7b+

30

M. Oviglia 4/91-1/06

M. Oviglia 2/06

1a rip. A. Mannias

non conosciuta

Via interessante, originariamente solo una variante ad Aladino e oggi resa quasi totalmente indipendente eccetto due movimenti, in comune con Aladino. Il tracciato originario si ricollegava ad aladino con un difficile traverso su prese dolorose, il che aveva fatto precipitare questa via nell'oblio. Ora invece è una bella arrampicata completa, che passa dalle canne atletiche della parte bassa alla placca delicata finale, che purtroppo si presta a varie interpretazioni.

12

SOFT MACHINE**

7b

25

M. Oviglia 11/91-2/06

M. Oviglia 4/06

non conosciuta

Anche questa via, rimasta a lungo intentata, è stata variata nel 2006 e liberata. Dopo una difficile sezione su muro, si affronta il tetto con un boulder sbilanciante. Intensa ma interessante.

13

SOFT***

6c+

25

M. Oviglia 2/06

M. Oviglia 2/06


Bella variante finale a Big, che percorre un muro a passaggi poco evidenti e non banali.

14

BIG**

6c+

30

G.L. Piras 11/98

G.L. Piras 1998

M. Oviglia 1998

Via interessante. dopo una bella sezione a buchi che permette di superare il tetto, passo su muro grigio (evitabile a sinistra) e lunga sezione finale su bella roccia.

15

GIUDA**

7b

20

M. Oviglia 3/06

M. Oviglia 4/06

Passo di boulder su tacchette per superare il tetto, poi sostenuta ma non difficile. Molto difficile il passaggio del tetto, quasi 7b di singolo, ma difetta di continuità dato che prima e dopo il passaggio è possibile, con opportuni trucchi, mollare entrambe le mani.

16

I. PALAVAN***

7a

20

G.L. Piras 11/98

G.L. Piras 98


Anche questa via, quasi dimenticata, è stata allungata verso il basso nel 2006 variandone l'attacco. Ora è una bella arrampicata, forse la più bella tra le adiacenti. E' caratterizzata da un tetto e poi un muro su roccia concrezionata.

17

BARABBA**

6c+

20

M. Oviglia 3/06

M. Oviglia 3/06


Bella via, purtroppo caratterizzata da roccia troppo concrezionata e a volte per questo fastidiosa. Probabilmente con le ripetizioni la via si pulirà ulteriormente. Più sostenuta di Soft.

18

CORDA**

6b+

20

G.L. Piras 11/98

G.L. Piras 98

Collega i punti più facili del muro ed è la via più facile del settore ma non è mai divenuta popolare, forse anche per la chiodatura talvolta obbligatoria e un primo passo ostico.

19

TESA**

7a+

20

G.L. Piras 11/98

G.L. Piras 11/98


dura sezione intensa (di soli 5 metri) su appigli verticali. Raramente ripetuta.

20

PISCIAROLA**

7a+

20

G.L. Piras 11/98



all'estrema destra, via dimenticata e non ripetuta