SARDINIACLIMB > RUOTA DEL TEMPO >Descrizione vie
  9 – Master mind (8a+) 37 m  
 

Chiodata da: Maurizio Oviglia, marzo 1992
prima rotpuntk: Maurizio Oviglia, marzo 1992
prima ripetizione: Simone Sarti, maggio 2004
prima salita on sight: non realizzata
prima rotpuntk femminile: non realizzata

Proseguimento di Goblin verso destra, questa via fu così chiamata per la stranezza di alcuni suoi movimenti e per il tempo che richiese a Maurizio Oviglia per essere risolta. Si tratta infatti di passaggi assai particolari e sbilancianti, che aumentano di molto il grado di Goblin, senza possibilità di un discreto riposo. Dalle canne rovesce, due metri prima della fine di Goblin, ci si ristabilisce su un muro (passo chiave) dopo di che si va a destra. Il diedro seguente lo si supera con le mani su concrezioni e rovesci ed i piedi su un liscione, di cui si sfruttano le asperità. Il termine della via è in comune con Marylin.
“Master mind” fu richiodata nel 2002 più a destra che in origine, in modo da preservare il tracciato originale e la effettiva difficoltà della via. Era infatti possibile realizzare i movimenti più a sinistra (appena a destra dell’uscita di Goblin – 8a, Fabrizio Dessì, 2002) riuscendo lo stesso a moschettonare, ma la via non era proprio la stessa! Così facendo si è forse salvata una via molto particolare, certamente ostica, che ha però un carattere storico. Si tratta infatti della prima via di tale difficoltà salita nel Sud Sardegna.

leggi i commenti
lascia un tuo commento
vota la via




zoom