Climbing Areas
METEO
SC STAFF
SardiniaPoint
Case vacanze
 
<<<Torna alla Home Page

MARCO CABOI

Marco Caboi, nuorese, uno degli arrampicatori sardi che con grinta e determinazione ha raggiunto recentemente l’Olimpo dell’8a… Inconfondibile per la sua folta cappigliatura, ma soprattutto per la sua mole di muscoli, che a molti possono incutere un certo timore, Marco è in realtà un ragazzo tranquillo e molto modesto che ha saputo prendere l’arrampicata per il verso giusto, una sfida per migliorare i propri punti deboii e raggiungere così traguardi a prima vista impensabili.

Un disco?Marco Caboi
il Requiem di Mozart

Un film?
Il vento e il leone

E uno scrittore?
Luis Sepulveda

Quando hai conosciuto la scalata?
A Roma durante gli studi circa 10 anni fa.

E qual’è stata la scintilla?
Il fatto che questa cosa (arrampicare) mi riuscisse così male, purtroppo è ancora così.

Esiste una falesia dei tuoi sogni?
Spero di si.

E quella invece dove vai di solito?
Settore gli strapiombi Cala Fuili ...un incubo.

Un traguardo?
Tenermi da far schifo!!!

Un mito dell’arrampicata?
Il mio amico Domenico.

Che importanza ha l’amicizia in arrampicata?
Credo sia piacevole arrampicare in compagnia degli amici ma lo farei anche con i nemici, mi dispiace solo che siano quasi tutti più forti di me, gli uni e gli altri.

Ti senti di rischiare più che nella vita di tutti i giorni?
No.

Quanto è importante per te sentirsi fisicamente in forma?
Se si vuole arrampicare ad alto livello e non si è eccezionalmente predisposti credo proprio di si.

Se smettessi di scalare faresti…
andrei a pescare

Che cosa ami di più della Sardegna?
Il silenzio, il mare e la durezza.

E cosa detesti?
La tendenza di alcuni di noi a sprecare tutto questo, ma questo è un problema di alcuni sardi non della Sardegna.

Vorresti vivere e scalare altrove?
Scalare sicuramente, vivere altrove non saprei proprio come fare.

Secondo te gli arrampicatori sardi sono:
come gli altri, egocentrici.

Ti piace la concezione attuale della scalata?
Nè ora ne mai mi è piaciuta la tendenza a parlar male delle opinioni altrui per affermare le proprie.

E le gare?
Le trovo molto divertenti e servono ad abbassare i toni delle piccole polemiche. Chi sale vince chi scende perde, semplice ed efficace.

Ma in fondo cos’è per te arrampicare?
Non lo so arrampico per scoprirlo.