Climbing Areas
METEO
SC STAFF
SardiniaPoint
Case vacanze
 
 

Andrea Mannias libera " I muscoli del Kapitano"
(Foto M. Oviglia)

LA STORIA
Nell’Iglesiente, a poca distanza dalla ormai celebre e gettonatissima Punta Pilocca, si trova il Muro dei Folletti : una parete che si intravede appena oltre gli alberi, in cima a un ripido canalone roccioso. La falesia, alta una sessantina di metri, fu esplorata già a partire dagli anni ottanta e fu così battezzata dai suoi primi salitori: è infatti nel 1985 che Maurizio Oviglia e Cecilia Marchi aprono la via “Geometria di un sorriso” (vedi Pietra di Luna, 2a edizione), un itinerario di sesto grado in stile tradizionale, tuttora meritevole di ripetizione. Maurizio cominciò all’epoca anche un bel progetto nel settore strapiombante della parete… Poi, per quasi 15 anni, il Muro dei Folletti scivola nell’oblio, surclassato da altre falesie più attraenti e facilmente raggiungibili…

E’ solo nell’ottobre 2002 che, a seguito di un sopralluogo che lascerà ben poche incertezze sul da farsi, un drappello di scalatori provenienti dal capoluogo (al secolo Gianluca Congiu, Sandro Buluggiu, Giorgio Caddeo e Sabrina Porcedda.) si arma di tassellatore Hilti e decide di intraprendere la chiodatura a spits della falesia, secondo un ottica moderna ma conservando tuttavia una ideale continuità col passato…

Il desiderio è quello di vivere da protagonisti le fasi di preparazione di una nuova parete per l’arrampicata sportiva, fattostà che i quattro “perforatori kombattenti” annullano misteriosamente tutti gli appuntamenti per Isili, e stringono d’assedio il Muro dei Folletti…Dopo circa due mesi, e con il tocco finale di Maurizio, la parete conterà ben 18 accattivanti itinerari spittati, più la via tradizionale del 1985 lasciata inalterata col proposito di stuzzicare i nostalgici del trad-climbing…

Ed è dunque in questa nuova veste, per la verità anche un po’ “frizzante”, che presentiamo il Muro agli amici scalatori, e a tutti i climbers “appassionati” che vorranno fare una visita lassù: per ritrovare magari su quelle vie il proprio Folletto interiore scappato via dal traffico e dal rumore dell’ultima modernita’…

Allora buon divertimento e occhio al GUESTBOOK alla base degli strapiombi !!!

Giorgio Caddeo


ALTRE INFORMAZIONI       DISEGNO       ELENCO VIE


Giorgio scrive i nomi



Sarti tenta a vista
Tziu Gianky



Giorgio in arrampicata
Giorgio con il muro ancora vergine

Mannias su Muscoli del Kapitano



Movigli @ on the net



I perforatori kombattenti