Climbing Areas
METEO
SC STAFF
SardiniaPoint
Case vacanze
 
 
 
La Punta Cusidore si alza dalle campagne poste tra Oliena e Dorgali con una muraglia di calcare alta sino a 500 m. Molte altre pareti della Sardegna presentano questa altezza e talvolta sono anche più impressionanti, ma solo questa riporta chi l'osserva alle montagne delle Dolomiti. Forse per questo la Punta Cusidore è stata sempre considerata "la montagna dei sardi" ed è sempre stata una meta ambita per alpinisti, ma anche per tanti arrampicatori sportivi che volevano provare un'emozione diversa... Trovo tutto ciò molto bello e senz'altro merito dello spigolo NW di questa montagna, che con il suo inconfondibile profilo ha saputo far sognare intere generazioni di alpinisti e arrampicatori, magari abituati alle paretine alte 20 m e luccicanti di spit... E' quindi logico che la via più desiderata ed ambita sia quella aperta dai finanzieri di Predazzo nel 1973, una linea che percorre grosso modo lo spigolo, e che presenta addirittura 17 tiri di corda, quasi 700 m di sviluppo. Una cavalcata quasi "alpina", una via dove pochi sono i chiodi presenti e dove, nonostante le non elevate difficoltà, ci si confronterà con un'avventura di tipo prettamente alpinistico. Andateci accompagnati da un amico esperto, andateci con una guida alpina ma andateci, almeno una volta nella vita, perchè la Punta Cusidore è per i sardi come l'Aguglia...non si può fare a meno di averla salita!

Lo spigolo NW della Punta Cusidore con il profilo
della salita
(Foto Maurizio Oviglia)